giovedì 26 gennaio 2017

Anna Rita Barbieri "Recensione di Maurizio Messori"





Se mi fosse chiesto di stigmatizzare con un solo aggettivo l'Arte di Anna Rita, farei ricorso a: elegante. Capisco, tuttavia, che sarebbe riduttivo, assolutamente non esaustivo. Ed allora occorre aggiungere: personalissima, toni d'antico e crepuscolare colore nell'accezione più nobile di tale termine, figure che riconducono ad una Ville Lumiere di ieri, di oggi, di sempre, visi pregnati di mistero e introspezione, tratto sicuro senza indugio alcuno e potrei continuare ma qui mi fermo perchè nessun termine rende grazia come ammirare un suo dipinto. Questo sì, questo vale mille aggettivazioni. 

Maurizio Messori